Itinerario 1 :
Veleggiando alla scoperta del golfo di Napoli e Pozzuoli.

 

 

 

Trattasi di un campo naturalistico di più giorni in barca a vela che, costeggiando il golfo, toccherà le isole di Procida, Ischia e Capri. Oltre a ricognizioni via mare delle isole ed esplorazioni in snorkeling sui loro fondali, verranno anche proposti percorsi di trekking al fine di fornire una visione completa delle particolarità di ogni singola isola e delle loro caratteristiche geologiche, floro-faunistiche e storico culturali.

Su richiesta è possibile organizzare solo escursioni giornaliere per le isole di Capri, Ischia e Procida.


 


  Itinerario 2 :
Birdwatching: i signori d'inverno

 

 

 

Sempre nell'intento di svelare e far comprendere il fascino legato ad aspetti naturalistici poco conosciuti e a volte inaspettati del nostro territorio, ed in particolare dell'ambiente costiero, il C.S.I. Gaiola propone nei mesi invernali (Novembre-Marzo) un itinerario specifico di birdwatching via mare lungo la costa napoletana. Partendo da S. Lucia si andrà ad osservare con discrezione lo spettacolo che regala al tramonto una delle più grandi colonie di Cormorani svernante in Campania. Durante il tragitto si potranno osservare Beccapesci, Gabbiani Reali, Gabbiani Comuni, Gabbiani Corallini, la Gavina, il Germano Reale e, con un po' di fortuna, rapaci diurni come il Falco Pellegrino, la Poiana ed il Gheppio.


 


  Itinerario 3 :
Con maschera e pinne, a spasso nel tempo.

 

 

 

Per chi volesse cogliere l'essenza di questo mare carpendone i segreti e le incredibili peculiarità , il C.S.I. Gaiola ha studiato una serie di percorsi snorkeling accessibili a tutti, di differenti difficoltà e durata, che si snodano da Marechiaro a Trentaremi all'interno dell'area interessata dall' istituzione del Parco Sommerso di Gaiola.
Le guide del C.S.I. Gaiola illustreranno le particolarità di questi fondali dove in pochi metri di profondità , e senza l'ausilio di apparecchiature subacquee,  si svela un mondo unico nel suo genere dove gli organismi marini hanno riempito di forme, vita e colori ciò che la storia della terra e quella dell'uomo hanno creato.

Per ciascuna area sono stati tracciati tre itinerari differenziati in facile, medio ed impegnativo a seconda della lunghezza, del tempo di percorrenza e, quindi, della difficoltà .

Le escursioni in snorkeling vengono effettuate accompagnati da una guida in acqua ed una barca appoggio al fine di garantire al meglio la sicurezza dei visitatori. Non sono necessarie competenze specifiche, ma solo una certa acquaticità e dimestichezza con l'utilizzo dell'attrezzatura (maschera, tubo, pinne e muta).
Presso il Centro Visite del Parco dopo una breve presentazione dell'AMP verrà illustrato l'itinerario che si seguirà in acqua. Per ciascun itinerario inoltre verrà fornita una scheda tecnica plastificata da portare in acqua dove, oltre ad essere tracciato l'itinerario, saranno indicati anche i principali siti di interesse archeologico, geomorfologico e biologico presenti nell'area.

 

Durata (itinerario standard): 2,5 ore (circa 1,5 ora in acqua)

Il Costo delle Visite Guidate in Snorkeling è comprensivo della fornitura del Kit base per lo snorkeling composto da maschera, boccaglio e pinne.

Presso il Centro Visite dell'AMP sarà anche possibile noleggiare una muta invernale o estiva.

Il costo della visita comprende l'iscrizione al C.S.I.Gaiola e l'assicurazione (CAES)

 

 


  Itinerario 4 :
Un'immersione tra storia e gorgonie.

 

 

 

Ai possessori di brevetto subacqueo, il C.S.I. Gaiola vuole offrire un’immersione straordinaria sui fondali della secca della Cavallara, da dove, risalendo verso costa si passerà dallo splendido paesaggio caratteristico della biocenosi coralligena fino all’inconsueto paesaggio dei resti archeologici romani sommersi ammantati da splendide spugne policrome ed alghe iridescenti. Le immersioni sono svolte in collaborazione con alcuni Centri Sub di comprovata esperienza che forniranno appoggio logistico e professionale durante l'immersione mentre  un ecologo marino del C.S.I. Gaiola illustrerà l'itinerario e le peculiarità dei fondali prima e durante l'immersione.

 

 

Immersioni Biologiche: Secca della Cavallara

 

Le immersioni di carattere puramente bio-ecologico vengono effettuate sui fondali della secca della Cavallara, grosso banco roccioso che si estende per circa 700m dalla linea di costa verso il largo fino ad una profondità di circa 25m. Il cappello della secca al largo si trova sui 5m di profondità . La propaggine sommersa della Cavallara è caratterizzata da profonde fratture che tagliano il banco roccioso perpendicolarmente al suo sviluppo costa-largo, questo crea un'alternanza continua tra popolamenti più propriamente fotofili (amanti della luce) e popolamenti sciafili (amanti dell'ombra). Nelle zone più profonde del  banco è possibile ammirare specie tipiche del "coralligeno" come Gorgonie bianche e gialle.

 

 

Immersioni Bio-Archeologiche: Secche della Gaiola e peschiere romane

Ci si immergerà sulle secche della Gaiola, poco distanti dagli isolotti in direzione sud e si risalirà verso costa fino ad affacciarsi nello scenario delle strutture archeologiche sommerse delle peschiere.

 

Immersioni Bio-Archeologiche: Secche della Gaiola e grotte di Trentaremi

partendo sempre dalle secche della Gaiola si procederà verso costa in direzione NW penetrando all'interno della  grotta del Tuono fino a riemergere, attraverso una spaccatura nella roccia, all'interno delle suggestive grotte di Trentaremi.